Carlo Villa

Come poeta esordisce nel 1959, presentato sulla Fiera Letteraria da Leonardo Sinisgalli. E’ del 1962 la raccolta prefata da Pier Paolo Pasolini Il privilegio di essere vivi, cui fanno seguito nel 1963: Solo sperando nauseata, nel Menabò n.6 di Einaudi; Siamo esseri antichi, Einaudi 1964; Gorba, Mondadori 1972; La maestà delle finte, Guanda 1977; Polvere di miele, Carte Segrete 1980; Come la rosa al naso, Poeticamente 1984; Infanzia del dettato’81; Corpo a cuore, Bastogi ’85; Cento di questi fogli; Empiria ’89 pref.ne di Alfredo Giuliani; Pochades: Livi 1992; L’Apparenza: El Bagatt ’92; Simboli eroici, L’obliquo ’93. Consumato amore, Bastogi ’94. Pas de deux, Quasar, 1994; L'Infinito è un quadrato senz'angoli, Elytra, 1995; Roba da gatti, Coedital; Pelle d'anima, Campanotto; L'Amore per l'anima del podice, Greco e Greco; A piè di sogno, Manni; L'ora di Mefistofele, Scheiwiller; Dedicamenta; Eclisside, Arlem 2001.

Come narratore è del 1964 il romanzo La nausea media, edito nei Coralli Einaudi; seguono nel 1967 I sensi lunghi, nel 1970 Deposito celeste, nel 1972 L’Isola in bottiglia, tutti nei Coralli Einaudi. Nel 1978 esce presso gli Editori Riuniti Muore il padrone. E’ del 1981 la raccolta di racconti fantascientifici Mandrake, Arcivescovo di Salem, per i tipi della Newton Compton, dell’88 il giallo Morte per lucro, De Agostini; Pan di patata, Feltrinelli ’95; Analità, Greco e Greco 1998; Fino all'ultima fermata, Arlem '99. Come in un gioco a incastro, Stango 2000.

Come saggista ha al suo attivo un ‘ampia disanima sulla non assistenza in Italia, edita da Longo nel 1972 con il titolo: Il figlio assurdo; una Guida alla lettura di Vasco Pratolini edita dalla Mursia nel 1973; l’antologia: L’Eros nella poesia italiana del’900, stampata dalla Newton Compton nel 1981 e Roma su strada, Eri 1984; Le vie consolari romane, Newton Compton, 1995; Eros violato, Coedital, 1999; Lector in tabula; Agrità, Arlem, 2001.

Per i ragazzi nel 1975 ha edito Le tre stanze nella collana Cento bambini di Einaudi e Il Fortino sepolto, lettura per la scuola media, presso Signorelli nel 1980.

Collabora a vari giornali e riviste e alla RAITV con sceneggiati e originali radiofonici e televisivi; è corrispondente italiano della radio Svizzera-italiana, per la quale ha sceneggiato tra l’altro Divertimento 1889 di Guido Morselli, andato in onda in occasione del decimo anniversario della morte dello scrittore.

Pubblicazioni più importanti che parlano di Carlo Villa sono: Michel David La psicoanalisi della cultura italiana (Boringhieri 1966), Paradiso Interrotto Ceskoslovensky Spirovatel 1967, Maria Corti Strumenti critici (Einaudi 1967), Italian Writing Today (Penguin Book 2552, Londra 1967) Helmut Salsinger Stuttgard Zeitung(Stuttgard 1968), Walter Pedullà La rivoluzione della letteratura (Bulzoni 1970), Giuliano Manacorda Vent’anni di pazienza (La Nuova Italia 1972), Dizionario della letteratura italiana contemporanea (Vallecchi 1973), Walter Pedullà La letteratura del benessere (Bulzoni 1973), Angelo Guglielmi La letteratura del risparmio (Bompiani 1973), M.G. Martin Gistucci Revue des études italiennes (Paris, 1973), Giuliano Manacorda Storia della letteratura italiana contemporanea (Ed. Riuniti 1977), Maria Corti Il viaggio testuale (Einaudi 1979) Istituto per l’Enciclopedia Italiana, Appendice IVª del Dizionario Enciclopedico Italiano, vol. 24° del Lessico universale,Vincenzo Mengaldo: La tradizione del '900 (Einaudi 1991); Rizzoli Larousse, Enciclopedia I e II Appendice. Giacinto Spagnoletti, La letteratura italiana dell'900 (Newton Compton 1994); La Piccola Treccani, 1998.