ritorna all'homepage

Newsletter n.4 Luglio 2005

Biblioteche digitali


Torna al sommario


IN PRIMO PIANO
Giulio Einaudi
Lo snobismo, l'egemonia culturale della sinistra e le falle del revisionismo storico




Un grande progetto europeo per la informatizzazione del patrimonio culturale del Vecchio Continente

Biblioteca Nazionale di FranciaStefano Carli, in un articolo sul supplemento Affari e finanza del quotidiano Repubblica annuncia l’entrata nella galassia del cyberspazio del sistema Bricks, progetto europeo delle digital libraries. Si tratta di un progetto che connette e fa dialogare i sistemi informatici delle maggiori istituzioni culturali.

Bricks è un sistema di interconnessioni che consente un rapporto diretto con le istituzioni culturali e con i loro sistemi informativi, funziona dunque in modo diverso da Google.

Il servizio avrà un livello gratuito e diversi livelli a pagamento, e saranno le istituzioni culturali a deciderlo, salvaguardando i diritti degli autori e degli editori, dopo le polemiche con Google Print sui libri on-line.

Bricks si configura dunque come un progetto di mercato e spiega Benedetto Benedetti, docente della Normale di Pisa, uno dei padri del progetto: «Deve produrre utili e permettere alle istituzioni collegate di produrne a loro volta».

Il progetto, che attinge a finanziamenti UE per sei milioni di euro, sarà finito fra tre anni e metterà in rete le grandi istituzioni culturali del Vecchio continente e, come dice Benedetti, «Sarà come poter entrare attraverso internet nella Staatsbibliotek di Vienna, o nella Biblioteca degli Uffizi, o nell’Archivio segreto Vaticano».  Utilità degli utili!

                                                                                              M.G.