ritorna all'homepage

Newsletter n.3 Maggio/Giugno 2005

Rasy


Torna al sommario


IN PRIMO PIANO
Marketing editoriale
I romanzi dell'anno? Escono a getto continuo



Un romanzo su Mandelštam, poeta antistalinista

Sul Corriere della Sera  del 19 aprile Giorgio Montefoschi presenta l’ultimo romanzo di Elisabetta Rasy (La scienza degli addii, Rizzoli), in cui  protagonisti sono il poeta russo Osip Mandelštam e la moglie Nadežda, uniti per vent’anni, fino alla morte di lui in un gulag siberiano nel 1938. Vi era stato chiuso per aver scritto una poesia contro Stalin. «Vent’anni di sofferenze dell’anima e del corpo» in una Russia che allora era «un inferno», scrive Montefoschi. E cita una celebre frase, tragicamente ironica, dello stesso Mandelštam: «Solo da noi hanno rispetto per la poesia: in nessun altro paese uccidono per motivi politici».

                                                                            A.S.


Osip Mandelštam